Palazzo Borromeo

Era considerato uno dei cortili più belli della Lombardia, Stendhal ne fù talmente rapito che lo descrisse come "una corte magnifica con una scala superba" e già nel 1936 il giardino del palazzo fu dichiarato di interesse pubblico dal Ministero della Pubblica Istruzione.

La cancellata di accesso è spettacolare, se ci passate non mancate di ammirarla, completamente in ferro battuto recante la scritta “Humilitas" con la corona, stemma ufficiale della famiglia Borromeo, scritta, in caratteri gotici rigidamente verticali che voleva sottintendere l'umiltà davanti a Dio e alle virtù.

Parliamo di Palazzo Borromeo D'Adda, in via Manzoni n.41.

Sullo scalone i 3 cerchi...il simbolo formato da tre cerchi, interconnessi in maniera tale che, spezzando uno dei tre, anche gli altri due si separano; questi anelli borromei (ornati da un diamantino) sono presenti sia qui nel Palazzo Borromeo d’Adda di Milano, che all’Isola Bella, nell'altra dimora dei Borromeo.

Il simbolo rappresenta l'unione delle "nostre" tre potenti famiglie (Visconti, Sforza, Borromeo) e tra l'altro anche la Trinità cristiana simbolo poi anche usato dai fisici nucleari che indica (nel contesto dei nuclei esotici) quei sistemi legati, come l'elio-6 o il litio-11, formati da tre sottosistemi i quali, presi a due a due, non formerebbero un legame stabile.

Questo tipo di nuclei vengono detti proprio Borromeani.