top of page

Borgo Monluè

Di origini antichissime (era detto Mons luparium o "monte dei lupi"), ospitò dal XIII al XVI secolo un monastero dei frati umiliati, e successivamente si tramutò in una cascina agricola. Questo piccolo borgo del Municipio 4 venne fondato addirittura nel 1267 dagli Umiliati di santa Maria di Brera: cascine a corti chiuse con gli edifici monastici e i rustici agricoli, circondati da prati irrigui permanenti e da arativi, a formare una grangia, ancor oggi ben visibile.

Nel 1971 l’apertura della Tangenziale Est ha isolato questo antico borgo della città di Milano , ed è incastrato tra il fiume Lambro, l’Aeroporto di Linate e la tangenziale stessa, incrementando lo spopolamento già iniziato dopo la Seconda Guerra Mondiale. Presente anche in un cascinale una bellissima (e buonissima) antica osteria (Osteria Monluè). La situazione ideale per chi ama la campagna e il buon cibo senza uscire da Milano e andare chissà dove.

Dal 2013 il borgo ha iniziato un grosso progetto di riqualificazione, qui dove il tempo si è fermato, contribuendo a "raccontare" la storia della grande Milano.

Perchè Milano è soprattutto questo, innovazione che va a braccetto con la sua antica identità. Basta essere curiosi, basta avere la mente aperta, per giungere alla conclusione che Milano è piena di meraviglie!


Commentaires


bottom of page